martedì 4 ottobre 2011

Sformatino di zucca su crema di quartirolo con speck e mandorle caramellati

Ormai la mia è una guerra aperta contro gli sformatini…di solito mi fanno dannare, non mi si rassodano mai, ma questa volta ho vinto io!!! Non ho seguito nessuna ricetta, ho fatto di testa mia e ce l'ho fatta...sono proprio soddisfatta! A dire il vero non seguo mai nessuna ricetta, o meglio le guardo e le "aggiusto" a modo mio, ma ci sono cose come gli sformatini dove la chimica vince quasi sempre, e io, di chimica non ci capisco un tubo :)!!!

Sformatino di zucca su crema di quartirolo con speck e mandorle caramellati
Per 2 persone:
200 gr di zucca
1 uovo
2.5 cucchiai di ricotta di latte vaccino
2 cucchiai di panna
Cristalli di sale allo zafferano

50 gr di quartirolo lombardo dop
mezzo bicchiere di panna

1 fetta di speck tagliato spesso
1 cucchiaio di mandorle a lamelle
1 cucchiaino di miele


Per lo sformatino:
Tagliate a dadini la zucca e fatela cuocere a vapore finché non sarà morbida. Mettetela nel bicchiere del minipimer e frullatela un pochino, aggiungete la ricotta, la panna e l’uovo intero, salate e pepate e frullate il tutto. Ungete con un velo d’olio 2 stampini di alluminio e versatevi il composto. Mettete gli stampini in una teglia che riempirete d’acque calda fino a 1/3 dello stampino stesso. Cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 25-30 minuti.

Per la cremina di quartirolo:
Tagliate a dadini il quartirolo e copritelo con la panna. Lasciatelo riposare una ventina di minuti. Filtrate la panna e mettetela sul fuoco (basso!) e quando è calada aggiungete il quartirolo mescolando finché non si scioglie.

Per lo speck e le mandorle caramellate:
Tagliate a listarelle lo speck e mettetelo in una padella antiaderente senza alcun condimento di modo che si abbrustolisca un pochino.
In un’altra padella mettete le mandorle a lamelle a tostare.
Raccogliete il tutto in una casseruola, aggiungete il cucchiaio di miele e amalgamate il tutto. Fate attenzione a non far scurire il miele! Deve solo sciogliersi un pochino per poterlo distribuire meglio nei piatti!!!

Impiattate disponendo la cremina di quartirolo nel piatto, adagiatevi sopra lo sformatino sul quale metterete qualche cristallo di sale per dare un po’ di croccantezza. Completate con le mandorle e lo speck caramellati.
E’ un piatto un po’ particolare, se vi piace il contrasto dolce-salato, allora fa per voi: lo sforma tino di zucca è un po’ dolce, ma con il quartirolo si sposa benissimo. E lo speck saltato in padella diventa ancora più saporito e le mandorle e il miele fanno da dolce contrasto.

Mie note:
- Potete cuocere la zucca in forno tagliandola a fette e disponendola con la buccia sulla placca del forno rivestita con carta-forno. Fate cuocere a 180°C (forno statico) per una mezz'ora o finché la zucca non sarà bella morbida di modo che sia più semplice togliere la buccia, soprattutto se usate la zucca mantovana.
- Se volete farne di più (circa 13) seguite queste dosi:
800 gr di polapa di zucca cotta in forno e passata al passino
350 gr di ricotta (di pecora è un po' più saporita, mentre quella vaccina è più delicata e prevarica meno il gusto della zucca)
200 ml di panna fresca
4 uova
sale e pepe
- Ottimo accompagnamento è anche una crema fatta con il castelmagno e olio al rosmarino.

1 commento:

  1. Hai vinto proprio bene qui! Deve essere una cosa golosissima!

    RispondiElimina