lunedì 15 ottobre 2012

Gricia Swiss Style

Ma si può arrivare a 26 anni senza aver mai mangiato, né cucinato una pasta alla gricia?! NO! Certo che non si può, non ci sono scuse, tantopiù se sei una foodblogger. Dovevo rimediare! Assolutamente! E anche in fretta! 

Poi guardo il frigo e vedo li questa forma perfetta giallo paglierino di questa prelibatezza svizzera: lo SBRINZ DOP! 2 kg di puro godimento che si è materializzato miracolosamente nel mio frigo grazie a Tery e al suo bellissimo contest "La Svizzera nel piatto" organizzato dal Consorzio Formaggi della Svizzera

E così, ho fatto 2+2 (ecco che esce fuori lo spirito da ingegnere!) et voilà…una gricia fatta usando lo Sbrinz anziché il pecorino romano…e il tocco “moderno” delle cipolle caramellate…Spaziale! 

Spaghetti alla gricia swiss style


Per 4 persone:
320 gr di spaghetti di riso integrale
200 gr di guanciale
SBRINZ DOP gratuggiato (a piacere, comunque abbondate!)
Olio evo
Pepe 


Per le cipolle caramellate:
1 cipolla bianca
4 cucchiai di zucchero semolato
acqua q.b. 



Per le cipolle caramellate: 
Affettate sottilmente la cipolla e mettetela in un pentolino con lo zucchero e 1 dito d’acqua. Fatela cuocere coperta finché non sarà morbida. Togliete il coperchio e fate evaporare l’acqua di modo ottenere le cipolle trasparenti e caramellate. 

Per la pasta alla gricia: 
Mettete a bollire in una pentola capiente abbondante acqua. 
Tagliate a listarelle spesse 1 mm il guanciale. 
Quando l’acqua bolle, salatela e buttate gli spaghetti. In una padella mettete 2 cucchiai di olio evo e il guanciale. 
Fate cuocere finché la parte di bianca del guanciale non diventa trasparente, quindi spegnete (non fatelo rosolare troppo mi raccomando!). 
Scolate gli spaghetti quando mancano 3 minuti alla fine di cottura e tenete da parte l’acqua di cottura. Versate la pasta nella padella, aggiungete un mestolo d’acqua e mescolate gli spaghetti continuamente, risottandola. 
Aggiungete lo SBRINZ grattugiato, pepate e unite ancora un po’ d’acqua di cottura per mantecare. Impiattate, aggiungete un po’ di Sbrinz DOP grattugiato fresco, una macinata di pepe e completate con le cipolle caramellate. 



Lo SBRINZ DOP  è il più antico formaggio svizzero a pasta extradura e viene prodotto da 5 secoli nei cantoni della Svizzera Centrale. E’ fatto con latte vaccino fresco non pastorizzato di mucca. Viene fatto stagionare in “camere di essudazione” per minimo 16 mesi. La massima maturazione, che conferisce al formaggio un gusto molto intenso, si ha tra i 24 e 30 mesi. 
E io cosa ne penso?! Mi ha colpita! Positivamente, chiaro, più lo mangio più mi piace ! Ha un sapore delicato, ma deciso, mai pungente ed è digeribilissimo! E’ buono da solo, in una galette serrasin o grattugiato, detta alla Facebook…”MI PIACE”. 


Il guanciale ci vuole quello, è inutile! I Romani hanno ragione, in tutto e per tutto! E’ di una bontà incredibile! Ci vuole quello, punto e basta! 

Le cipolle caramellate sono strepitose con questa pasta: la loro dolcezza contrasta deliziosamente con la sapidità del guanciale e dello Sbrinz…da provare, fidatevi! 


Con questa ricetta partecipo al contest di Tery di Peperoni e Patate "La Svizzera nel piatto" organizzato dal Consorzio Formaggi della Svizzera.





42 commenti:

  1. che piatto meraviglioso!
    Sai che anche io non l'ho mai mangiata questa pasta?
    Buon lunedì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo!!! Non sai cosa ti sei persa :)! Falla assolutamente, anche nella versione originale...te ne innamorerai, tanto semplice da fare quanto buona! Un bacione e buon lunedì anche a te!!!

      Elimina
  2. Ok. Mi fido. Lo provo stasera ^_^
    Stasera mi vado a prendere un bel pezzo di guanciale di Amatrice ;-))
    Buona settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande!!! Sentirai che buona!!! Un bacione

      Elimina
  3. No no cucciola, non mi puoi iniziare così! Ora mi sento terribilmente in colpa perché io sono arrivata a 39 (zitti zitti, diciamolo piano che nessuno ci sente) senza mai aver mangiato la pasta alla grigia! Eh mo’?!?!?! Ok, mi attrezzo con gli ingredienti e vado a fare i compiti, la lacuna è durata pure troppo :) Un bacione grande, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah ah ah!!! Ma tesorino, devi assolutisimamente rimediare :)! Sentirai quanto è buona! Se la fai fammi sapere cosa ne pensi :)! Ti mando tantissimi bacini!!! Anzi, di più!

      Elimina
  4. Un piatto ricchissimo di gusto e sapore..é avvero meraviglioso!! Baci,Imma

    RispondiElimina
  5. Sei riuscita a farmi avere voglia di grigia alle 10 del mattino....ma che spettacolo è?!?!??! e poi quella cipolla caramellata..... sei troppo brava!!!
    L'hai pensata in ogni dettaglio e mi piace tutto, veramente perfetta!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tery!!! Sono felicissima che ti piaccia!!!Tantissimi bacini!!!

      Elimina
  6. Cielo, sono le 10:14 ma io me la mangerei adesso!!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah Roby!!! Eh si, devo dire che era buonissima :)! un bacione!

      Elimina
  7. Ema.... mi hai fatto venire fame! :D Un piattino da urlo, questo! :D Con quella cremina lì e le cipolle caramellate (che adoro)... mmmmm... deliziosa questa pasta!!! :D Bravissima, segno subito la ricetta, devo farla! :D Un bacione e buon inizio settimana, complimentoni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)! Anche io adoro le cipolle caramellate e devo dire che con questa pasta stanno davvero divinamente! Tantissimi bacini Vale!!!

      Elimina
  8. Cara Ema io sono arrivata a 33 anni senza aver mai mangiato, né cucinato una pasta alla gricia!!! Oh mio Dio adesso ?! mi toccherà provare a farla anche a me! La tua è davvero dleiziosa! Complimenti un bacio e buona settimana.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Romy! Prova a farla e sentirai che buona! Te ne innamorerai :)! Un bacino

      Elimina
  9. Carissima Ema,
    questa rivisitazione è una meraviglia e le cipolle caramellate sono quel tocco in più veramente originale e delizioso...bravissima come sempre!!!
    Un bacione e in bocca al lupo per il contest!!!
    Un bacio e buona giornata
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paoletta!!! Ora passo da te e rispondo alla tua sorellina :)! Un bacino grandissimo!

      Elimina
  10. eh eh eh mi piace assai questa rivisitazione in swiss style!
    complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :)! Benissimo :)! Sono contenta che ti piaccia! Un bacione

      Elimina
  11. Bellissima questa presentazione. La cipolla caramellata mi piace moltissimo. Cruda ... non mi piace proprio. Sei sempre bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, cruda è un po' "impegnativa", ma così è una delizia!!! Un abbraccio!!!

      Elimina
  12. Uao, questa è una signora pasta, da fare .... ovvio...... baci e buona settimana .^.

    RispondiElimina
  13. Eh pensa che nemmeno io ho mai provato 'sta benedetta gricia e ho anche l'aggravante di vivere a Roma da quasi 10 anni! Devo rimediare,la versione con cupolle caramellate mi ispira un sacco (lo sbrinz però non so se lo recupero... Va be' farò col più classico pecorino)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala Ucci! E sentirai che buona! Ma certo, con il pecorino deve essere deliziosa...se i Romani de Roma l'hanno sempre mangiata così ci sarà un motivo :)! Un bacione

      Elimina
  14. le foto rendono benissimo, che fame!!! :-)

    RispondiElimina
  15. Ciao.. grazie del commento nel mio blog!!! Ok.. questa ricetta te la passo ahahahaah sono romana doc.. e da noi la gricia è rigorosamente pepe nero e pecorino.. però.. devo ammettere che la tua mette tantissima fame!!!! proprio buona buona con quel formaggio... e le cipolle sopra.. Torna a trovarmi! mi farebbe tanto piacere :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Claudia! Figurati! E' stato un piacere trovarti :)! E per la Gricia lo so, hai ragione, ma ti assicuro che ra buonissima :)! Presto proverò anche l'originale che sono certa sia una vera esplosione di sapori :)!
      Un abbraccio! tornerò sicuramente!

      Elimina
  16. Sei in buona compagnia Ema, anche io non ho mai preparato la pasta alla Gricia!!!! E che cavolo, non possiamo mica fare tutto???? La tua versione è ottima, io preferisco lo Sbrinz (che quando abitavo coi miei genitori, non mancava mai nel frigo!), al pecorino romano che invece mi piace poco.
    Sei sempre mitica con i tuoi disegnini!!!!
    Un bacione dolce Ema!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah dimenticavo! Sto preparando la ricetta x il tuo contest. Va bene la farina di nocciole, vero?????

      Elimina
    2. Si! Ma se come frutta secca o disidratatausi solo la farina di nocciole sarebbe meglio che le tritassi tu...vai a vedere che il regolamento è un po' cambiato...Bisogna usare prodotti Noberasco, ma li puoi trovare ovunque! Spero non sia un limite perchè sarei felicissima se partecipassi :)! Un bacino grande grande e riposati :)!

      Elimina
    3. Ciao Ema! Io la ricetta l'ho fatta ma non avevo visto le nuove regole... cavolo ormai i dolcetti sono finiti e le foto fatte... non va bene per il tuo contest. Spero tanto di riuscire a preparare qualche altra cosa entro la scadenza, ce la metterò tutta!!!
      Un bacione!!!

      Elimina
  17. Ciao Ema che piacere anche per me conoscerti:) ma lo sai che io a 36 anni non ho mai mangiato la gricia?! Che dici e' ora che la provo a fare?! Mio marito ne sarebbe felicissimo!!! Anche se non si se riesco a trovare il tuo stesso formaggio ma magari ne metto uno simile. Che forza le cipolle così !!!!
    A presto e un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ombretta :)! Si, si, provala e sentirai che buona! Usa il pecorino romano che è quello che ci vorrebbe nella vera gricia! Tantissimi bacini! A presto!!!

      Elimina
  18. Ciao bella, ma se io volessi scriverti in privato come faccio? nel mio blog c'è la mia mail, mi contatti please?

    RispondiElimina
  19. Estupenda receta me gusta,abrazos y abrazos

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)!!! Un super bacio espanolito :)!

      Elimina
  20. Ciao Ema! Sei sempre mitica! Lo so che sei al salone del gusto e per questo ti invidio ma ahimè quest'anno salto ....mi rifarò!
    un bacione!

    RispondiElimina