lunedì 22 ottobre 2012

Arancini Svizzeri

Il contest di Tery sui Formaggi Svizzeri mi aveva conquistata fin dal primo istante, da quando lo ho scoperto all'iscrizione credo siano passati al massimo 5 minuti...

Avevo deciso di farmi arrivare il pacco dei formaggi a lavoro di modo da essere certa che ci fosse qualcuno sempre pronto a ritirarli e così appena la segretaria mi ha detto che era arrivato un pacco per me dalla Svizzera ho iniziato a saltellare per lo studio come una matta! E non vi dico quando ho aperto il pacco…3 kg e più di formaggio erano li, davanti a me…che meraviglia! Non stavo più nella pelle…sono corsa a casa e li ho assaggiati subito…che bontà! 

Avevo optato per Sbrinz ed Emmentaler, ero curiosa di assaporare “gli originali” e devo dire che sono stati una piacevolissima scoperta. Mi ero già fatta un’idea circa la ricetta da preparare, ma non conoscendo benissimo i due formaggi avevo bisogno della certezza…e l’ho avuta nel momento in cui li ho assaggiati. 

Volevo fare una sorta di arancini (o arancine), dico “sorta” perché non sono proprio degli arancini a tutti gli effetti, ma l’idea è partita da quelle deliziose palline dorate fatte con riso allo zafferano. Forse le mie “palline” sono un po’ un mix tra gli arancini e i supplì al telefono, non so, ma il concetto è quello: sono delle crocchette di riso allo zafferano (con l’aggiunta di fiori di zucca, così di stagione da non poter esimermi dall’utilizzarli e una grattatina di scorza di limone che da freschezza e “pulisce” la bocca dal fritto) la cui mantecatura è fatta con lo Sbrinz anziché con il classico Parmigiano. Questo risotto mi ha stupita! Era delizioso, nulla, ma proprio nulla da invidiare al classico risotto allo zafferano. 

E questa è la base di queste golosissime crocchette, dai, concedetemi la licenza di chiamarli arancini…posso?! Le siciliane non si arrabbino per favore! 

E all’interno?! Ovviamente dei cubetti di Emmentaler…Tutto richiuso a formare una sferette dorate ripassate nel pangrattato e via…tuffate nell’olio bollente per renderle croccanti e dorate fuori e calde e filanti dentro. Uno struzzichino che è una vera bontà, una tira l’altra e non si riesce proprio a dire basta! Sono molto soddisfatta e soprattutto sono davvero entusiasta di questi formaggi che, devo essere sincera, non conoscevo bene e sui quali ero un po’ scettica. Ma questo è il bello di avere un blog, avere la possibilità di conoscere e imparare ad apprezzare prodotti nuovi, come questi formaggi! 

E devo fare tantissimi complimenti a Tery e a al Consorzio dei Formaggi dalla Svizzera che hanno organizzato davvero un Contest con i fiocchi! 

Ed ora la ricetta che chiamerò… 

Arancini Svizzeri 


Per 8 arancini 
Per il risotto: 
100 gr di riso carnaroli 
5 cipollotti freschi (piccolini) 
10 fiori di zucca 
10 stimmi di zafferano 
Sbrinz grattugiato 
Olio evo 
Sale grosso 
Scorza di limone grattugiata (1/4 di cucchiaino) 
Vino bianco 
Per gli arancini: 
1 uovo piccolo 
3 cucchiai di pangrattato 
Pangrattato per impanare 
Emmentaler a cubetti 
Olio di arachidi per friggere 



Per il risotto: 

Pulite i fiori di zucca, lavateli e divideteli con le mani in striscioline. 
Mettete un cucchiaio d’olio evo in una casseruola e quando è caldo aggiungete i cipollotti tagliati finemente (solo la parte bianca e verde chiaro), salateli e asciateli appassire leggermente, quindi aggiungete il riso e fatelo tostare. Quando è caldo al tatto, sfumatelo con un dito di vino bianco (la misura è da prendere quando il vino è in un bicchiere!) e fatelo evaporare bene. Aggiungete 2 mestoli di acqua bollente e iniziate a mescolare. Salate con del sale grosso (non esagerate, si può sempre aggiungere, ma se è troppo salato è un problema!) Continuate ad aggiungere acqua bollente e girare. A metà cottura aggiungete i fiori di zucca, salate ancora un pochino se necessario. Fate cuocere ancora qualche minuto. (Sappiate che il riso dovrà essere lasciato al dente perché anche quando lo togliete dal fuoco il calore che è nei chicchi continua a farli cuocere, quindi fate attenzione altrimenti diventerà un pastone!) Più o meno quando mancano 2 o 3 minuti alla fine della cottura (guardate ciò che è indicato sulla confezione e poi fidatevi della prova assaggio!) aggiungete la scorza di limone, togliete dal fuoco e mantecate con una bella manciata di Sbrinz grattugiato. 
Mettete in una pirofila grande di modo che il riso possa raffreddarsi più in fretta. 




Per gli arancini: 
Quando il riso è ormai tiepido, quasi freddo, aggiungete l’uovo e il pangrattato. A questo punto mettete un po’ di pangrattato in un piatto e iniziate a formare le sferette con le mani, fate un buco al centro, aggiungete 4 pezzettini di Emmentaler (cubetti di mezzo cm di lato) e richiudete, passate nel pangrattato e adagiateli su un piatto coperto con carta da forno. Proseguite così per gli altri 7 arancini. Riponete in frigorifero fino al momento di friggerli. 

Scaldate abbondante olio di arachide in una casseruola (almeno 3 dita d’olio) e quando è ben caldo, immergetevi delicatamente gli arancini. Fate cuocere fino a completa doratura. Scolateli su un foglio di carta che assorba l’unto in eccesso, salateli se vi fa piacere e serviteli bollenti! 





Sbrinz  potete trovare qualche informazione circa questo buonissimo formaggio nella mia ricetta della "gricia Swiss Style" che tra l'altro è stata scelta della pasta Delverde e verrà cucinata al Sial (Salon International des Professionnel de l'Agroalimentaire) di Parigi! Un'altra piccola grande soddisfazione :)

Emmentaler DOP è riconosciuto in tutto il mondo come "il re dei formaggi". Per una forma di circa 95 kg occorrono 1200 litri di latte crudo naturale. I caratteristici occhi della pasta si formano durante il processo di stagionatura. Con la fermentazione naturale viene prodotta anidride carbonica che, non potendo fuoriuscire, si racchiude in determinate zone dell'impasto dando origine ai famosi occhi.

Con questa ricetta partecipo al contest di Tery di Peperoni e Patate in collaborazione con il Consorzio formaggi della Svizzera.



38 commenti:

  1. Davvero appetitosi ed invitanti, brava!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Barbara!!! Ma che bella è la tua apina :)?! Un abbraccio

      Elimina
  2. Belli ricchi questi arancini, davvero deliziosi, con i fiori di zucca in abbinamento a formaggi fenomenali!
    Buoniiii
    baci
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ali!!! Grazie mille!!! Si si, erano buoni buoni :)! Un bacino grande

      Elimina
  3. Ema ma che meravigliaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!! Sono golosissimi questi arancini d'Oltralpe :-))))Con un ripieno filante poi, che spettacolo!!! E il tuo disegno mi piace da impazzire! Baciooooooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elyyyyyyy!!! Grazie mille!!! Sei un tesoro!!! come sempre d'altronde! Spero di rivederti presto!!!

      Elimina
  4. da siciliana ti dico: si che puoi chiamarle arancine...anzi arancinette..da noi queste piccine le chiamiamo così...sono bellissime e deliziose! in bocca al lupo ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille Sonia, che non me ne vogliano le altre, ma il parere di una siciliana vale doppio e quindi anche i ringraziamenti e i bacini per te sono doppi :)! Crepi il lupo :)!

      Elimina
  5. Confermo sulle arancinette, bravissima e bella idea :-)

    RispondiElimina
  6. Emaaaaa :) che buoni, che bella idea hai avuto! :) Il contest è bellissimo, non ne sapevo niente! Ti faccio un grande in bocca al lupo ma hai già vinto, ho l'acquolina! :D Un bacione tesoro, complimenti! Buona serata :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo Vale :)! Ti mando un bacione!!!

      Elimina
  7. Bravissima Emanuela, solo ghiottissimi!!!! Sono felice di averti conosciuto, abbiamo passato due giornate fantastiche; spero ci sia presto un'altra occasione per rivederci! Un abbraccio grande!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io sono contentissima!!! Sei una persona meravigliosa, sei sempre sorridente e positiva...mi hai colpita! E poi sei ufficialmente diventata il mio mito: continuo a domandarmi come tu abbia fatto a stare tutto il giorno con i tacchi :)! Ti abbraccio fortissimo!!!

      Elimina
  8. Tesoruccio come stai? Mi sei mancata tanto in questi giorni...non ci siamo proprio scritte! Come stai? Questi arancini sono deliziosi e il modo in cui l'hai presentato è originalissimo!!! Tu vincerai...ne sono sicura!!! un bacione forte forte :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah Paoletta! Ma magari! Non ti credere ci sono blogger agguerritissime :)!
      Lo so, sono stata via due giorni con La Cucina Italiana e ieri ero a Torino per una visita e così mi sono persa tutte le novità sul tuo blog...sono riuscita a mala pena a non abbandonare il mio...uffi! Spero in ufficio di avere un po' di tregua e ogni tanto sbirciare il tuo blog ;)! Ti abbraccio forte forte!

      Elimina
  9. che buoni...e poi quelle foto nel contenitore delle uova.... ma che originale!
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ele!!! Non avevo la classica carta da fritto...e così ho rimediato con la confezione delle uova :)! Un mega abbraccio!

      Elimina
  10. sfiziosissimi! bellissima idea, da mangiare in un boccone appena fritti cercando di non scottarsi :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Fra :)! Ne vuoi uno :)?!?!? Un abbraccio

      Elimina
  11. Che figo il tuo disegno (si può scrivere!?) :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che si può :)! Più spontaneo di così :)! Grazie mille :)!!!

      Elimina
  12. Questa simbiosi arancino-supplì è assolutamente fantastica :) E la presentazione sfiziosissima. Sei sempre un fenomeno tesoro, un bacione e un grosso in bocca al lupo per il contest ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Crepi il lupo dolce Fede!!! Ti abbraccio forte che più forte non si può!

      Elimina
  13. Ottimi Emanuela! Beh, del resto con un nome così non potevi che essere brava ^_^
    Baciotti, Emanuela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah! grande Ema!!! Hai ragione...diciamo che è scritto nel nostro dna...ah ah ah! Un bacino e buona giornata!

      Elimina
  14. Ti immagino tutta bella saltellante per l'ufficio! hahaha che carina!!!
    Questa versione di arancini potrebbe piacermi più dell'originale! Deliziosi! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah!!! Eh si, ma con tutti quegli ingegneri non riesco ad esprimermi al meglio...ah ah ah!!! Un mega bacino

      Elimina
  15. Che fantasia! certo una che è cresciuta a pane e Sirenetta non poteva essere da meno!
    Complimenti per il tuo blog, mi farebbe immenso piacere se venissi a fare una capatina sul mio! Cioa Ariel!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Angela!!! Grazie mille!!! Un bacione enorme...sono passata subito :)!

      Elimina
  16. Ciao Ema! Tutto bene il rientro?
    Noi siamo arrivati a casa quasi alle 21 domenica sera, stanchi ma soddisfatti, è stata veramente un'esperienza bella bella vero?
    Ora ho ancora tutte le foto da sistemare e poi farò il post. Maria Roberta lo ha pubblicato oggi ed è bellissimo :)
    Un abbraccio, prendo virtualmente un arancino (sono buoni!!) e ti abbraccio, carissima :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinzia!!! Ciao!!! Si, il rientro benissimo...abbiamo trovato parecchia coda, ma ero in ottima compagnia quindi il viaggio è passato :)!
      Un'esperienza unica! Davvero! Anche io non vedo l'ora di scaricare le foto, ma mi sa che prima di domenica non riuscirò :(!
      Ti abbraccio forte! Grazie di tutto! E' stata o un ero piacere conoscerti <3

      Elimina