mercoledì 16 maggio 2012

E facciamo un po' di Savoiardi!

Oggi uscita da lavoro mi sono detta: "Visto che è presto vado a casa a piedi!" (per chi conosce Milano, l'ufficio è a Missori e per ora vivo a Zara 0_0...Per chi non conosce Milano: l'I-Phone dice 50 minuti).
Uscita da lavoro, prendo il mio bell' I-Phone in mano perché conoscendo il mio senso dell'orientamento avevo decisamente bisogno di aiuto, vado su "Maps" e il mio adorato telefono...mi abbandona inesorabilmente...scarico! Dannazione!
E così, sopravvalutando le mie potenzialità, decido di andare così, a sentimento (notare che avevo la cartina in borsa, ma un po' per sfida e un po' per non fare la turista per caso, la ignoro completamente: stolta!!!)...Duomo, Piazza San Babila e poi cammina, cammina, almeno una ventina di minuti...e finalmente eccomi...di nuovo al Duomo -_-*! Ma si può?!?! Ho fatto il giro in tondo e non me ne sono neanche lontanamente accorta!!!
Stasera ricarico il telefono...e domani ci riprovo!!! Ormai è una sfida :)!

E stasera vido la ricetta dei Savoiardi, una ricetta Montersiniana che va benissimo così com'è senza fare modifiche o variazioni...Sono venuti strabuoni, ad ogni sfornata ne assaggiavo uno! Che vergogna :), ma d'altronde è una ricettina light: non ci sono grassi :)...mmm...ma ci sono 9 uova...va bé quelle sono proteine :)!!!


Savoiardi di riso 
Per 700 gr di savoiardi 
200 gr di albumi 
250 gr di zucchero semolato 
170 gr di tuorli 
50 gr di miele (io acacia) 
100 gr di fecola di patate 
225 gr di farina di riso 
zucchero a velo 


Montate gli albumi con la frusta insieme allo zucchero semolato, fino ad ottenere un composto spumoso e lucido. A parte mescolate con le fruste i rossi con il miele, quindi incorporate delicatamente i bianchi montati a neve mescolando dal basso verso l’alto. Unite infine la farina e la fecola mischiati insieme e setacciati. Formate con il sac-à-poche dei bastoncini su carta forno, spolverizzate con zucchero a velo e cuocete in forno già caldo a 220°C (io 200°C perché il mio è molto potente) per 4-5 minuti. 

Mie note: 
- stavo ufficialmente impazzando quando mi sono accorta che l’impasto era tantissimo e che stando fuori dal frigo si smontava poco a poco, così a metà ho messo l’impasto in frigo, ho rassettato tutto e ho ricominciato! Quindi, se volete provare, per fare un tiramisù per 12 persone va benissimo fare metà dose!


p.s. Si,si, avete capito benissimo...i savoiardi sono il preludio al tiramisù :)! Presto arriverà...in due varianti :)!

5 commenti:

  1. Ma sai che pure io a Milano stavo a Missori?
    Guarda quanto è piccolo il mondo!
    Mi piacerebbe sapere però come hai fatto a ritrovarti in Duomo se stavi a San Babila :)
    Se posso darti un consiglio puoi farti una bella passeggiata così: Missori, Duomo, San Babila, P.ta Venezia, Lima, Loreto e lì ti prendi il 91 che porta a Zara. E' un percorso su vie grandi e piene di negozi (se ti piacciono).
    L'altro percorso è più "complesso" e passeresti per viuzze di Milano caratteristiche per la bellezza dei palazzi (vedi zona Brera).
    Complimenti per i savoiardi che ti sono venuti uno spettacolo!

    RispondiElimina
  2. Che belli titta...e che buoni

    RispondiElimina
  3. ciao era un po che non venivo nel tuo blog...-complimenti per i savoiardi doveo provare a farli alle mie bimbe piacciono ..che farina di riso usi?
    capisco come si sente una genovese a Milano...ho fatto questa esperienza qualche hanno fa(ora sono tornata a ZEna)..anch'io come te giravo giravo giravo...ma visto degli scorci molti belli...magari la cartina consultala ...buon tutto ...grazie per le ricette che regali..ciao manu
    (ci siamo viste a chef per caso)

    RispondiElimina
  4. Ma che belli questi Savoiardi!! Bravissima!!

    RispondiElimina
  5. ma lo sai che circa un anno fa, facendo una ricetta di Montersino che prevedeva un impasto per i savoiardi, mi ero ripromessa di farli e l'ho dimenticato? sono buoni vero? non avevo dubbi! sei stata bravissima...senso dell'orientamento a parte ;-) hihihi buon we, baciii :-X

    RispondiElimina